DANIMARCA - Groenlandia

Il meglio dell'Isola più grande del mondo

  • Viaggi avventura , Tour di gruppo
  • 15 giorni / 14 notti
  • Come da Programma

Un tour completo nel Sud dell’isola più grande del mondo nella zona considerata la più ricca di meraviglie naturali di tutta la Groenlandia.
Il viaggio sarà ftto con un piccolo gruppo di massimo 12 persone con guide di lingua italiana.
Notevoli le esperienze che in potranno fare in 15 giorni in qiuesta terra!
Si navigherà tra gli iceberg in zodiak e kayak, lungo fronti e lingue glaciali, si scopriranno zone acque termali naturali nelle zone interne, si faranno escursione con i ramponi sulla calotta polare e su pareti verticali, trekking ed escursioni in paesaggi e natura selvaggi dove sarà possibile incontrare fauna polare, si visiteranno villaggi e città Inuit ed antiche rovine vichinghe. Il tutto accompagnati da un clima mite, con la possibilità di ammirare il magico fenomeno delle Aurore Boreali anche nella stagione estiva a partire da metà di agosto, in una delle zone considerate tra le migliori del pianeta per lo studio di questo spettacolare fenomeno naturale. 


PARTENZE IN ITALIANO (VEDI DATE E PREZZI)


Sono previste delle partenze internazioni con guida in inglese: chidi al tuo promotore di fiducia

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

PROGRAMMA DEL VIAGGIO
1° giorno:  Accampamento di Qaleraliq e navigazione 
Volo da Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport a Narsarsuaq. Incontro con la guida e navigazione in imbarcazione semirigida (zodiak) lungo il fiordo di Tunulliarfik fino ad arrivare a Qaleraliq. Navigheremo tra gli iceberg verso l’Inlandis (la Calotta Polare), attraversando il fiordo Ikersuaq, per giungere all’accampamento fisso situato in una spiaggia davanti a tre enormi fronti glaciali. La vista sul ghiacciaio rende questo luogo uno dei più magici del sud della Groenlandia: enormi pezzi di ghiaccio si staccano creando forti rumori  che interrompono il silenzio di questi luoghi incontaminati.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq. 


2° giorno: Lago Tasersuatsiaq e vista dell’Inlandis
Partiremo dall’accampamento e percorrendo un’incredibile vallata dall’aspetto quasi desertico, giungeremo a una zona ricca di tundra dove si trova il lago Tasersuatsiaq. Risaliremo la cima (400 metri s.l.m. circa) per ammirare dall’alto il fiordo, il lago, la maestosa calotta polare con le sue famose isole rocciose chiamate “nunatak”. Possibilità di avvistare fauna locale, nonché i numerosi caribù che vivono pacifici in queste zone.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.
 
3° giorno: Fronti glaciali ed escursione sul ghiacciaio
Oggi navigheremo per circa 10 km a bordo dello zodiak avvicinandoci ai fronti glaciali, per ammirare le pareti verticali che si gettano sul mare, gli iceberg e il distaccamento di enormi pezzi di ghiaccio. Sbarco e inizio dell’escursione guidata sul ghiacciaio con ramponi (accessibile a tutti) attraverso una delle superfici ghiacciate più antiche del pianeta, esplorando le crepe, i seracchi e le varie formazioni di ghiaccio che conferiscono al ghiacciaio un incredibile aspetto labirintico. Un’esperienza unica, originale, eccitante che riesce a sorprendere tutti.
Cena e pernottamento nell’accampamento di Qaleraliq.
 
4° giorno: La città Inuit di Narsaq
Trasferimento in imbarcazione semirigida fino alla città di Narsaq, la terza città del sud con i suoi 1.500 abitanti, famosa per le sue casette colorate. Tempo libero per visitare la cittadina, il porto, il mercato del pesce o per trascorrere del piacevole tempo con gli abitanti presso il bar locale.
Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.
 
5° giorno: Saarloq e le acque calde di Uunartoq
Navigheremo in direzione di Saarloq, pittoresco villaggio praticamente abbandonato dove potremo passeggiare prima di raggiungere, sempre via mare, il villaggio di Alluitsup Paa. Questa località è famosa per essere “la capitale delle balene” infatti, durante la navigazione tra l’intricato dedalo di fiordi, con un po’ di fortuna ne potremo avvistare diverse specieArriveremo, infine, all’isola di Uunartoq, dove sgorga acqua calda dal terreno e dove avremo tempo libero per poter godere di un rilassante bagno in acque che raggiungono i 38°C e che sono frequentate anche dai locali. Poco distante da queste “piscine naturali” potremo ammirare grandi blocchi di ghiaccio che rendono questo paesaggio ancora più suggestivo e ricco di contrasti.  Cena e pernottamento in tenda.
 
6° giorno: Tasermiut, Tasiusaq e Kuusuaq
A bordo dello zodiak navigheremo per il fiordo del Tasermiut, probabilmente uno dei più remoti a belli della zona, prima di arrivare a Tasiusaq: villaggio ripopolato negli anni ’30 dai famigliari dei sopravvissuti a una terribile carestia avvenuta circa 140 anni fa. Continueremo via mare, per raggiungere l’accampamento di Kuusuaq, nei pressi del quale faremo un bellissimo trekking immersi in un paesaggio alpino mozzafiato. Cena e pernottamento in tenda.
 
7° giorno: Il ghiacciaio e le montagne del Tasermiut
Arriveremo al ghiacciaio del Tasermiut, navigando lungo l’omonimo fiordo accompagnati da viste impressionanti sulle cime di Ketil, Ulamertorsuaq e Tininnertuup.  Giungeremo ai piedi della massa glaciale, una “cascata di ghiaccio” che si getta in mare con un’estensione di 3 km, uno scenario davvero impressionante.
Pernotteremo in una cornice naturale considerata come una delle “10 meraviglie dell’Artico”: un accampamento vicino alla cima del Ulamertorssuaq, famosa parete rocciosa verticale che attrae molti scalatori da tutto il mondo.
Cena e pernottamento in tenda.
  
8° giorno: Trekking di Nalumasortoq
Oggi ci avvicineremo alle pareti granitiche del Nalumasortoq, che possono apparentemente sembrare delle grandi pagine di un libro aperto: realizzeremo un trekking immersi nella natura glaciale e alpina del luogo. Ci faranno da cornice numerose cime, tra cui la facciata sud del Ketil e quella nord del Ulamertorssuaq. Cena e pernottamento in tenda.
 
9° giorno:  Trekking di Ulamertorssuaq
Anche oggi ci dedicheremo a un emozionante trekking verso la cima Ulamertorssuaq, famosa per essere considerato il miglior “Bigwall” dell’Artico e meta prediletta da molti scalatori che vogliono intraprendere l’impresa di risalire le sue pareti.
Cena e pernottamento in tenda.
 
10° giorno: Nanortalik
Saliremo a bordo dello zodiak per raggiungere la città più meridionale del Paese, nonché per rientrare alla “civiltà”. Arriveremo, infatti, a Nanortalik, la seconda città più abitata del sud della Groenlandia. Tempo libero per la visita della cittadina, del Museo della Cultura e Tradizioni Inuit, per comprare qualche oggetto di artigianato locale o semplicemente bere qualcosa ammirando le viste di un villaggio che rimane isolato dal ghiaccio durante gran parte dell’anno. Possibilità di realizzare una visita guidata della cittadina (opzionale).
Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello
 
11° giorno: Alluitsup Paa e Qaqortoq
Un piccolo villaggio che si affaccia sul mare aperto ci accoglierà dopo una navigazione in zodiak: Alluitsup Paa, con le sue tranquille vie dove potremo passeggiare alla scoperta di antiche tradizioni di pesca e caccia Inuit. Continueremo la nostra giornata a Qaqortoq, la capitale della Groenlandia del sud, dichiarata cittadina più affascinante del Paese grazie alle tipiche e variopinte casette di legno che colorano le sue vie. Tempo libero per conoscerne i dintorni o per entrare nel Museo, nel negozio di pelli o nel club di kayak locale. Cena libera e pernottamento in rifugio/ostello.  
 
12° giorno: Igaliku, Qassiarsuk e il Qooroq
Oggi raggiungeremo in zodiak Itilleq da dove inizia il Kongevejen (Sentiero del Re) che percorreremo per scoprire Igaliku “il villaggio più bello della Groenlandia”, con le sue colorate case e una magnifica vista sul fiordo. Visiteremo le rovine di Gardar, l’antica capitale religiosa della Groenlandia vichinga che, dal 2017, fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
Ci imbarcheremo nuovamente e, navigando tra gli enormi iceberg, attraverseremo il fiordo del Qooroqdove si trova il fronte glaciale più attivo di tutta la regione.  Prosegue la nostra navigazione fino a Qassiarsuk, un villaggio di circa 40 abitanti, dove si potrà vedere la statua del famoso Leif Erikson, il primo esploratore europeo ad essere giunto a nord del Continente americano, figlio di Erik Il Rosso e fondatore di Brattahlid, il primo insediamento scandinavo e la capitale della Groenlandia vichinga. 
Cena e pernottamento in rifugio/ostello.
 
13° giorno: Tasiusaq, Sermilik  e kayak tra gli iceberg
Cammineremo per raggiungere la fattoria di Tasiusaq, sulle sponde del fiordo di Sermilik solitamente bloccato da iceberg provenienti dal ghiacciaio Eqaloruutsit. Possibilità di realizzare un’emozionante escursione in kayak (opzionale): si tratta di una facile e sicura escursione (accessibile  a tutti) in kayak di circa due ore, tra le tranquille acque del fiordo e i numerosi iceberg provenienti dal ghiacciaio. Dopo l’escursione in kayak si ritorna a Qassiarsuk, con visita guidata di Brattahlid, oggi parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, dove si stabilì Erik Il Rosso. Cena e pernottamento in rifugio/ostello.
 
14° giorno: La "Valle dei mille fiori" e il ghiacciaio 
Navigazione in imbarcazione semirigida diretti a Narsarsuaq. Prenderemo parte a una delle escursioni più famose della Groenlandia, la “Valle dei mille fiori”: formata dal ritiro dei ghiacci che ha lasciato, dietro di sé, sedimenti tra i quali nascono ogni primavera coloratissimi fiori. Risaliremo un sentiero fino alla cima, dove si trova il ghiacciaio Kiattut dal quale si possono ammirare delle viste spettacolari del ghiacciaio, la valle e i numerosi “nunatak” presenti tra i ghiacci. Cena a base di specialità Inuit locali
Pernottamento in rifugio/ostello.
 
15° giorno: Narsarsuaq-Copenaghen/Reykjavik
Rientro a Narsarsuaq, tempo libero per una visita al museo Blue West che racconta del ruolo di Narsarsuaq durante la Seconda Guerra Mondiale. Possibilità di risalire al “View Point”, dalla quale si possono avere viste del fiordo, della pianura di Narsarsuaq e del ghiacciaio del Kiattut. Pranzo libero e volo per Copenaghen o Reykjavik Domestic Airport. Cena libera e pernottamento a Copenaghen o Reykjavik (su richiesta).


NOTA BENE
La Groenlandia é il paese più selvaggio dell’emisfero nord, le infrastrutture sono a volte quasi inesistenti e quindi le difficoltà logistiche sono enormi. Questo tour deve essere considerato come una spedizione polare a tutti gli effetti, dove possono verificarsi molteplici circostanze imprevedibili come maltempo, cattive condizioni del terreno e del ghiaccio, problemi logistici o tecnici e/o altro che possono costringere la guida e l’organizzazione a variare il programma stabilito all'origine o a cancellare alcune attività, per questo viene richiesta molta flessibilità da parte del viaggiatore. Un proverbio locale groenlandese dice: "Il clima comanda in Groenlandia." L'itinerario può realizzarsi tanto nel senso descritto nella scheda, come nel senso inverso.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
30/07/19 / 13/08/19
Quota a persona in camera doppia . partenza da Reykjavik
€ 2895
15/08/19 / 29/08/19
Quota a persona in camera doppia . partenza da Reykjavik
€ 2895

Supplementi

dal 16/07/19 al 15/08/19
Supplemento partenza da Copenaghen
€ 300
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

I prezzi si intendono per persona con partenza da Reykyavik o Copenhagen (con supplemento). 


La quota comprende:
‐ volo di andata e ritorno da Copenaghen o Reykjavik Keflavik a Narsarsuaq;
‐ trasferimenti in imbarcazione semirigida e con altri mezzi di trasporto in Groenlandia come da programma;
‐ tutti i pasti: colazione al mattino, pranzo al sacco tipo pic‐nic, e cene con cibi caldi (esclusi quelli dei giorni dei voli, durante i trasferimenti negli aeroporti e le cene previste nelle città di Narsaq, Nanortalik e Qaqortoq);
‐ tutti i pernottamenti in Groenlandia come da programma;
‐ tutte le escursioni e le attività in programma escluse le attività opzionali;
‐ entrata al “museo della cultura e della tradizione Inuit” di Nanortalik;
‐ visita guidata all’antico insediamento di Brattahlid;
‐ equipaggiamento specifico per la navigazione in imbarcazione semirigida;
‐ cena di arrivederci a base di specialità Inuit;
‐ guida/accompagnatore di lingua italiana (o di lingua inglese ‐ vedi lista partenze).


La quota non comprende: 
‐ volo A/R dall'Italia a Reykjavik o Copenaghen ‐ chiedi al tuo consulente per quotazioni vantaggiose;
‐ spese emissione biglietto aereo e gestione pratica (25 Euro per persona);
‐ tasse aeroportuali volo Reykjavik/Narsarsuaq (circa 165/200 Euro) – Copenaghen/Narsarsuaq (circa 200 Euro);
‐ pernottamento, trasferimenti e pasti a Reykjavik o Copenaghen (almeno 2 notti) ‐ chiedi al tuo consulente per i pernottamenti extra;
‐ escursioni opzionali
‐ abbigliamento personale da montagna;
‐ pasti/colazione durante i trasferimenti negli aeroporti, nei giorni di volo e quelli non contemplati nel programma (escluse le cene previste nelle città di Narsaq, Nanortalik e Qaqortoq, e il pranzo dell’ultimo giorno di viaggio);
‐ pernottamenti, pasti extra, cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall'agenzia;
‐ polizza annullamento (facoltativa);
‐ assicurazione medico‐bagaglio (obbligatoria);
‐ tutto quanto non espressamente indicato alla voce "La quota comprende"

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

INFORMAZIONI SUL VIAGGIO
Condizione fisica. Questo è un viaggio attivo ma accessibile a tutti. Per partecipare a questo tour non sono richieste condizioni fisiche particolari, basta contare su una forma fisica normale, avere un minimo di esperienza in montagna, avere voglia di realizzare un’esperienza a stretto contatto con la natura e non aver problemi a dormire in tenda.
Livello di difficoltà: Si tratta di un viaggio avventura, livello di difficoltà semplice.
Le attività: Tutte le attività programmate sono di livello basso senza difficoltà né rischio, non hanno bisogno di esperienza precedente e sono opzionali. L’escursione sul ghiacciaio con i ramponi sarà guidata da una guida specializzata di Alta Montagna con omologazione internazionale ed è adatta a tutti. L’attività in kayak è una piacevole passeggiata su acque tranquille della baia degli iceberg. Tutte le attività sono subordinate alle condizioni meteorologiche e possono essere cancellate in caso di condizioni avverse.

I trekking. Questo é un viaggio d’avventura a tutti gli effetti: la natura inesplorata e il paesaggio selvaggio lo rendono molto spettacolare, ma allo stesso tempo richiedono una particolare attitudine nell’affrontarlo. Nonostante questo, il livello dei trekking é facile ed accessibile a tutti. Tutti i trekking durano in media dalle 3 alle 5 ore. Il trekking più lungo dura invece 5-6 ore e si sviluppa su un terreno di facile percorribilità raggiungendo un dislivello massimo di 600 m. Le giornate di trekking si intervallano con le giornate in cui sono previste altre attività. Tutti i trekking sono facoltativi e chi non se la sente può rimanere nell’accampamento o in ostello.


Viaggi in famiglia. Questo viaggio può essere adatto anche alle famiglie: l’età minima consigliata é di 15 anni compiuti; il viaggio non è affatto duro o complicato e ben sia adatta alle capacità di un ragazzo/a che sia a suo agio a contatto con la natura. Per i ragazzi si effettua una riunione, prima di affrontare l'escursione relativamente più impegnativa, per spiegare nello specifico il tipo di escursione e il grado di difficoltà.

Il bagaglio e lo zaino. Durante i trekking ogni partecipante porterà con se uno zainetto da 25/30 litri con il materiale personale, i vestiti di ricambio, il k-way, la macchina fotografica e il cibo necessari per la giornata. Per una camminata più confortevole, dovrebbero essere ridotti al minimo sia il peso che l’ingombro: ovviamente dipende da quello che ogni
viaggiatore decide di portare con sé. Consigliamo comunque di non superare i 6/10 kg. Il resto dell’equipaggiamento
personale rimarrà nell’ostello o nell’accampamento.
Per il proprio bagaglio personale, l'abbigliamento e il materiale necessario durante il viaggio, si consiglia uno zaino grande o una borsa di viaggio morbida (no valigie). Nella preparazione del bagaglio è fondamentale seguire la lista di materiale consigliato e portare un bagaglio moderado, evitando di portare cose inutili e facilitare i carichi e scarichi dalle imbarcazioni.

Il gruppo. Il gruppo va da un minimo di 8 a un massimo di 12 persone. Al tour partecipa un gruppo piccolo di persone, in qualche modo un piccolo gruppo di amici: il numero ridotto di persone rende il clima del viaggio più familiare e rende la convivenza dei membri del gruppo più semplice. Viene richiesto spirito di collaborazione e buona volontà nel creare un ambiente amichevole e gradevole.

Le guide. Guidano i trekking e coordinano le tutte le attività comuni. In caso di pericolo e di condizioni meteo avverse ha facoltà di modificare il programma se lo ritiene necessario. La guida sovraintende sulla sicurezza del gruppo, i partecipanti devono seguire le indicazioni di comportamento da lui fornite per lo svolgimento dell’itinerario. La guida coordinerà tutte le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena collaborazione di tutti: carico e scarico delle imbarcazioni, preparazione del cibo, lavaggio dei piatti e tutte le altre necessità che possano sorgere.

Le attività comuni. Questa avventura, come per tutti i viaggi Polari, richiede spirito di collaborazione, complicità,
solidarietà e lavoro in squadra, elementi fondamentali sono anche il buon umore, un clima amichevole e tolleranza verso i compagni di viaggio. La guida coordinerà e parteciperà a tutte le operazioni comuni in cui viene richiesta la piena
collaborazione di tutti: carico e scarico delle imbarcazioni, preparazione del cibo, lavaggio dei piatti e tutte le altre necessità che possano sorgere.

L’accampamento. Il campo base nel fiordo di Qaleraliq è situato in uno dei luoghi più spettacolari della regione ed è costituito da una grande tenda comune confortevole dotata di tavoli e sedie da campeggio che funge da sala da pranzo comune. L’accampamento dispone poi di una tenda equipaggiata con fornelli a gas dove si trova la cucina.
Nell’accampamento si trovano varie tende per il pernottamento divise in due camere dotate di brandine che possono ospitare fino ad 8 persone per tenda. L’accampamento è coordinato da una guida di Alta Montagna che assicura un buon
soggiorno nell’accampamento ed è incaricata di accompagnare i gruppi nell’escursione sul ghiacciaio.

L’ostello. A Qassiarsuk si pernotta presso l'ostello Leif Eriksson, ubicato nelle immediate vicinanze delle rovine dell'antico insediamento vichingo. L'ostello è confortevole, pulito e con una spaziosa terrazza con bella veduta del fiordo, dispone di camere multiple dotate di letti a castello con docce e servizi comuni. Si dorme in sacco a pelo proprio. I pernottamenti previsti all’ostello Leif Eriksson potrebbero essere sostituiti con pernottamenti in altre strutture della zona con le stesse caratteristiche.

Clima. Le condizioni meteorologiche in Groenlandia sono molto variabili. Nonostante il clima nel sud della Groenlandia sia abbastanza temperato, è necessario essere sempre ben equipaggiati per l’eventualità di precipitazioni. Le temperature superano spesso i 15º in luglio, in agosto si mantengono tra i 5º e i 10º con occasionali gelate durante la seconda metà del mese. In settembre le temperature oscillano tra i 5º e gli 8º durante il giorno, arrivando a scendere fino ai -5º durante la notte.

Condizioni del ghiaccio.  La corrente della Groenlandia orientale trascina con se una gran quantità di ghiaccio proveniente dall'oceano artico, che comincia a bloccare il sud dell'isola nel mese di maggio. Durante la seconda metà del mese di luglio, la deriva può ostacolare la navigazione. Sebbene accada raramente, può diventare impossibile raggiungere alcune zone per mare quindi si farà un percorso alternativo. Ad ogni modo in agosto il mare é libero dai ghiacci della banchisa. In tutta questa zona nel mare sono presenti numerosi iceberg.

Comunicazioni. I telefoni cellulari funzionano nei centri urbani e in molte zone della costa. Gli accampamenti sono provvisti di telefono satellite Iridium e di radio. Le imbarcazioni sono dotate di radio a banda marina. Tutte le guide hanno in dotazione uno SPOT (localizzatore satellitare GPS) di emergenza.

Cartografia. In questa zona si utilizzano mappe in scala 1:250.000 della Kort & Matrykelstyrelsen della Dinamarca, e mappe in scala 1:100.000 distribuite dall’ente nazionale del Turismo Groenlandese.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!